16 celebrità che hanno rifiutato ruoli decisivi per la loro carriera e ora se ne pentono

16 celebrità che hanno rifiutato ruoli decisivi per la loro carriera e ora se ne pentono

Quanto facilmente riuscite a ricordare un momento decisivo per la vostra carriera? Come vi sentireste se vi fosse sfuggito? Le seguenti celebrità e attori hanno raccontato di aver perso quella che avrebbe potuto essere la loro grande occasione.

Anne Hathaway ha rifiutato un ruolo in Knocked Up. L’attrice ha dichiarato ad Allure che il motivo era la scena del parto: “Il mio problema era che non avendo vissuto la maternità in prima persona, non sapevo come mi sarei sentita dall’altra parte riguardo al parto”.

Denzel Washington avrebbe potuto recitare in Se7en. Ha detto a GQ che alla fine ha rifiutato il ruolo, ma che “era il miglior materiale che avessi letto da molto tempo” e che “era nervoso per un regista esordiente, e mi sbagliavo”.

Quando Halle Berry guarda Speed, si pente di aver rifiutato il ruolo di Annie. Ha dichiarato a Entertainment Tonight: “Mi hanno offerto Speed prima di Sandra Bullock. Stupidamente ho detto di no. Ma a mia discolpa, quando ho letto il copione l’autobus non è uscito dal parcheggio”.

Will Smith si è pentito di aver rifiutato il ruolo di Neo in Matrix, raccontando a ReelBlend: “Tornerei nel selvaggio West e direi: “Stronzo, perché non hai fatto Matrix?””.

Madonna ha anche rifiutato un ruolo in Matrix, dicendo a Jimmy Fallon: “Ci credete? È uno dei migliori film mai realizzati. Una piccolissima parte di me rimpiange solo quel momento della mia vita”.

Michelle Pfeiffer ha rifiutato un ruolo ne Il silenzio degli innocenti perché era “timorosa” e ha dichiarato al New Yorker: “C’era un tale male in quel film. Era come se il male vincesse alla fine, che alla fine di quel film il male fosse escluso. Non mi sentivo a mio agio con quel finale. Non volevo che fosse diffuso nel mondo”.

Christina Applegate ha dichiarato che rifiutare il ruolo di Elle Woods in Legally Blonde è stata una mossa stupida da parte sua. L’attrice ha dichiarato a ETOnline: “Il copione è arrivato sulla mia strada ed era subito dopo che avevo appena finito Married e si trattava di una bionda che in quel primo copione non aveva vinto, ma che finisce per andare a Yale o ad Harvard, non ricordo”, ha detto, “Ho avuto paura di ripetermi”.

Michael Keaton ha rifiutato Groundhog Day. Ha dichiarato a Entertainment Weekly di aver letto la sceneggiatura, ma di “non averla capita”, anche se ritiene che il film sia stato poi grandioso.

Leonardo DiCaprio stava per recitare in Boogie Nights, ma alla fine ha scelto Titanic. Ha dichiarato a GQ: “Penso che siano entrambi fantastici e vorrei averli fatti entrambi”.

Josh Hartnett era quasi in Batman Begins. Ha dichiarato alla rivista Playboy: “Ero così concentrato a non essere incasellato e così spaventato di essere considerato solo una cosa come attore”. Alla fine si è reso conto del suo errore: “Ho imparato la lezione quando io e Christopher Nolan abbiamo parlato di Batman. Ho deciso che non faceva per me. Poi non ha voluto mettermi in The Prestige. Non solo hanno assunto il loro Batman, ma anche la mia ragazza di allora”.

Bruce Willis dice di essere un “idiota” per aver rifiutato un ruolo in Ghost, dichiarando al New York Times nel 1996: “Non l’ho capito… Ho detto ‘Ehi, il tizio è morto. Come farai ad avere una storia d’amore?”. Ultime parole famose”.

Emily Blunt ha dovuto rifiutare il ruolo di Vedova Nera in Iron Man 2 a causa di conflitti di programmazione con un altro ruolo, dichiarando a MTV News: “È un peccato che i due non abbiano potuto lavorare insieme. La situazione si è complicata, quindi credo di aver dovuto ritirarmi più che altro per la mia sanità mentale”.

Javier Bardem ha rifiutato un ruolo in Minority Report a causa del requisito della lingua inglese, dichiarando a The Hollywood Reporter: “All’epoca, era difficile per me lanciarmi in una performance in lingua straniera”.

Kevin Costner ha rifiutato un ruolo in Le ali della libertà a causa del suo lavoro in un altro film, Waterworld. Secondo le fonti, ha dichiarato di “pentirsi di non aver accettato la parte”.

Eddie Murphy non ha partecipato a Chi ha incastrato Roger Rabbit e ora se ne pente, raccontando a Jimmy Fallon che allora non era d’accordo con l’idea: “Pensavo: ‘Cosa? L’animazione e le persone mi sembravano delle stronzate”. Ora, ogni volta che lo vedo, mi sento un idiota”.

Infine, Henry Winkler si è pentito di aver rifiutato il ruolo di Danny Zuko in Grease, dichiarando ad AARP Magazine: “Ho rifiutato il ruolo principale in Grease. Non volevo essere un personaggio atipico. Ma si è comunque tipizzati. E non è che adesso mi dico: ‘Oh, avrei dovuto fare quel ruolo’. È che ho rifiutato intellettualmente invece che istintivamente. Ascoltate il vostro istinto: sa tutto. La tua testa sa solo alcune cose. Così sono andato a casa e ho bevuto un succo d’arancia. Travolta è andato a casa e ha comprato un aereo”.

Contenuto tradotto e liberamente ispirato a https://www.buzzfeed.com/amandaeedelman/celebs-who-turned-down-huge-roles