Telefilm “Garo” su MTV: scontri, magia, thriller, fantasy ma anche amore e sentimenti per tutti gli appassionati di serie giapponesi. E i personaggi sono in carne e ossa, non manga. Trama e alcune anticipazioni.

Gli amanti delle storie fantasy per di più condite con l’immaginario mitologico e cavalleresco tipicamente giapponese troveranno in “Garo” il proprio telefilm d’elezione. A partire dal 29 maggio su MTV parte infatti questa serie creata dal regista Keita Amemiya, in cui il protagonista Kouga Samejima (Konishi Hiroki) dovrà affrontare gli Orrori, entità diaboliche che si alimentano della fragilità interiore dell’uomo e s’impossessano dei corpi delle persone aggredite.

Il protagonista è l’ultimo discendente della genia dei Cavalieri Mistici e può avvalersi di magie e arcani tipici dei migliori romanzi fantasy – i più importanti sono la sua Spada Mistica e l’armatura di origine extraterrestre – per trasformarsi nel Cavaliere Garo. Sarà l’incontro con la pittrice veggente Kaoru Mitsuki (Hijii Mika) che darà però il vero impulso alla trama.

Il Cavaliere Garo riesce a trarre in salvo Kaoru dalle creature demoniache, ma non può impedire che la ragazza ne rimanga contaminata.

Le rimarranno allora cento giorni prima di trasformarsi anch’essa in un demone del male. Kouga avrebbe il dovere di ucciderla, ma se ne innamora e non ha il coraggio di porre fine alla sua vita, così decide di trovare un modo per scacciare da dentro di lei il germe del male. Inizia una corsa contro il tempo, attraverso un vortice di scontri e avventure.

Un telefilm intriso dei valori tipici dell’immaginario del Sol Levante, che si ritrovano nei Manga e nelle storie ispirate alla cultura epica e scintoista del Giappone. Eroi che combattono con il male che è innanzi tutto dentro di loro e che ogni giorno devono estirpare dalla loro coscienza, in un processo di continua purificazione attraverso gesta leggendarie. Belle le immagini e i costumi, godibili gli effetti speciali. Gli appassionati del genere non possono mancare quest’appuntamento.